Bistrot QBA di Genova, esclusivamente birra e buon cibo!

Bistrot QBA di Genova, esclusivamente birra e buon cibo!

Bistrot QBA si trova a Genova, nella zona centrale della città, a pochi passi da Piazza della Vittoria, dove bere una birra è un’esperienza unica: nel locale di Via Malta 55R tutto parla di Lei, della birra, grande protagonista assoluta.

Bistrot QBA gastronomia e cultura birraria
Il Bistrot è suddiviso in tre aree open space dove ristorazione, degustazione, cultura birraria si fondono fra di loro.

Non appena si varca la soglia, tutto è dedicato alla birra e agli abbinamenti gastronomici con questa bevanda che affonda le sue radici nella storia, ma è al tempo stesso di grande attualità.

Bistrot QBA è una nuova creatura di Radeberger Gruppe Italia ed è ora sede della Quality Beer Academy (QBA), nata con l’intento di fare cultura sulla birra e dimostrare in modo concreto che è una bevanda che si abbina perfettamente al buon cibo di qualità.

Bistrot QBA non è una birreria né un pub, ma è un ristorante capace di offrire una cucina, con prodotti di alta qualità e di piatti sfiziosi, proposta in abbinamento a eccellenti specialità birrarie, disponibili in 8 versioni alla spina e 130 referenze in bottiglia o in lattina.

All’insegna del “bere bene per bere meglio”, concetto ribadito da una scritta al neon che campeggia su una parete del locale, il Bistrot propone una scelta di qualità e non di quantità.

Ma c’è un’altra caratteristica che lo rende unico: è l’unico locale che io sappia, e nei miei molti anni di attività sono veramente tanti quelli che ho visitato, che ha fatto una scelta a dir poco coraggiosa, al Bistrò si beve esclusivamente birra.

All’ingresso del locale vi accoglieranno 8 spine di birra e una parete, sul lato destro, con una grande vetrina refrigerata con fusti in bella vista, collegati direttamente al bancone.

Dietro il banco delle spine, in quella che dovrebbe essere la bottigliera con gli spiriti, gli amari, gli spumanti, al loro posto sono schierati varie tipologie di bicchieri da birra, perché ogni birra è servita nel bicchiere che valorizza le sue caratteristiche di gusto, di profumi.

A ogni birra il suo bicchiere questa è la regola della casa, certamente impegnativa da gestire perché la foggia dei bicchieri spazia dal bicchiere alto da weizen all’ampio balloon ma è una scelta che valorizza al massimo ogni singolo stile e tipologia birraria.

Gli spiriti, le cole, gli aperitivi, i succhi di frutta e drink vari non sono sulla bottigliera, ma nemmeno nascosti sotto il banco, semplicemente non ci sono.

Unica eccezione oltre alla birra, è l’acqua minerale… per i rari casi in cui viene richiesta.

Bistrot QBA Chi pensa di farci un salto è avvisato, nel locale si beve solo birra!

O meglio solo birre, accuratamente selezionate e presentate per tipologia e tipo di fermentazione.

La cucina è molto curata, con una selezione di piatti unici che sul menù sono abbinati ciascuno ad una birra consigliata, frutto di prove di degustazione combinate fra chef e di un esperto che si occupa dei corsi birrari, che vengono organizzati all’interno dei locale in un’area dedicata.

In altre parole scegliendo il piatto trovate immediatamente la birra di riferimento.

Naturalmente potrete anche variare la scelta, ma in molti casi i clienti si lasciano guidare, scoprendo così nuove birre senza dover applicarsi nella scelta.

Bistrot QBA, per la sua impostazione qualitativa molto alta del cibo e il taglio culturale della proposta birraria, appena aperto, ha dato vita a un’ interessante collaborazione con Slow Food ed è stato oggetto di una trasmissione televisiva.

Bistrot QBA offre ulteriori occasioni di degustazione e conoscenza della birra con un’area salotto per aperitivi birrari e degustazioni in relax, atmosfera che caratterizza tutto il locale, realizzato curando anche la parte acustica che permette ai commensali di conversare senza essere frastornati da voci e rumori di fondo e che lo rende ideale anche per pranzi di lavoro.

La zona dedicata alla Beer Academy, come già accennato, è stata attrezzata con grandi video e WiFi per fare corsi e degustazioni, con possibilità di scoprire e degustare bottiglie particolarmente pregiate: birre vintage barricate, Lambic, Geuze e altre specialità.

Tutto il percorso che attraversa il locale è personalizzato con tavole e illustrazioni riguardanti le caratteristiche della birra, in termini di produzione stili e quant’altro.

Bistrot QBA La birra è prevalentemente di tradizione tedesca, belga e angloamericana e si degusta immersi nella giusta atmosfera.

Infine non manca un Beer Shop, con oltre 130 etichette disponibili, al quale si può accedere direttamente dall’interno del locale, ma che dispone anche di un ingresso diretto da via Granello 38R, dove poter acquistare le birre da portare a casa e oggetti di merchandising (magliette, cappellini, eccetera) provenienti direttamente dai vari birrifici.

Bistrot QBA – Le 8 birre alla spina

Augsburger Original – Una tedesca Kellerbier bionda, cruda non filtrata, 25 IBU, di 5.4% ABV

Steenbrugge Blanche – Una Wheat Beer Belga d’Abbazia, non filtrata, 11 IBU, di 5.0% ABV

Cornet Oaked – Una Belgian Strong Golden Ale maturata su legno di quercia, 25 IBU, 5.0% ABV

Luponic Distortion – Un’American IPA di 5.9% ABV

Braufactum Marzus – Una birra di Marzo tedesca, ambrata, non filtrata, 30 IBU, 5.5% ABV

Molé Merkin Stout – Un’American Oat Meal, maturata un anno in botti, 8.8% ABV

Alexander Sour – Una Red Ale delle fiandre, rosso marrone un blend di birra maturata in botti di rovere, con aggiunta di amarene. 5.6% ABV

Geuze Boon – Una Lambic/Geuze a fermentazione spontanea di 6.3% ABV

Ideato da Radeberger Group Italia, il Bistrot QBA è effettivamente il “locale che mancava e che ora c’è” come mi ha spiegato, durante il pranzo, Lorenzo Bossi, brand manager della Quality Beer Academy, che ha seguito la realizzazione di questo nuovo format.

È un locale che frequenterei abitualmente? La risposta è sì! Se non fosse che si trova a Genova, mentre io abito in Brianza. Ci tornerò senz’altro, ma invito gli amici di Radeberger Gruppe Italia a valutare che il fatto che il format del Bistrot QBA può essere replicato anche in altre città.

pubblicato by dammiunabirra.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »