Theakston, Ales da leggenda.

Theakston, Ales da leggenda.

La fama della Theakston, non è solo legata alla storia del birrificio e alle sue antiche origini, che risalgono al 1827 e lo collocano fra i birrifici storici inglesi, ma anche per una sua birra: la famosa Old Peculier prodotta per la prima volta nel 1890.

Le radici della Theakston affondano nel North Yorkshire, nel piccolo comune di Masham, dove fu creata, su indicazione dell’Arcivescovo di York, la corte di Peculier, formata da una ventina di delegati, che avevano il potere di gestire le questioni locali, oggi noto, oltre che per essere il luogo dove ha sede il birrificio, anche per ospitare uno dei più antichi mercati d’Inghilterra.

Gli abitanti del luogo considerano Masham il paradiso per gli amanti delle Real Ales.

In questo villaggio Robert Theakston, un agricoltore, iniziò la produzione di birra all’interno del Black Bull Inn, insieme al socio, Thomas Robert.

Da questo primo brewpub, che aveva riscosso molto successo e che attualmente è adibito a tap room e Centro visitatori, nasce quasi cinquant’anni dopo, nel 1875, il birrificio attuale che porterà le sue birre ad uscire dai confini del piccolo villaggio e dall’area circostante.

Le sue ale e cask ale vennero sempre più apprezzate e la fama del birrificio si consolidò in tutta l’Inghilterra, rappresentando il meglio della tradizione.

La richiesta delle sue ale fu tale che, nel 1974, la Teakston acquistò un nuovo sito produttivo, rilevando un grande birrificio in difficoltà da molti anni, la Carlisle Brewery, per essere in grado di soddisfare le richieste della clientela.

Purtroppo l’acquisizione e la ristrutturazione pesarono molto sulle finanze della Theakston e da quel momento iniziò una lunga fase di crisi e di fusioni, che lo portarono a essere ceduto al grande Gruppo birrario Scottish&Newcastle che era interessato ad avere nel suo listino delle real ale di prestigio.

Fortunatamente, malgrado questo lungo periodo di cambio di gestione, la fama della Theakston e delle sue birre, in particolare la Peculier e la Best Bitter non persero il loro smalto, il loro appeal.

Nel 2004, con un colpo di scena imprevedibile, la famiglia Theakson ne riacquista la proprietà e la storia di questo storico marchio e delle sue prestigiose ale ritornò sulla scena riportando, nel corso di qualche anno tutta la produzione a Masham.

Così la storia ricominciò da dove era partita: nel birrificio fondato da Robert Theakston, che oggi vede alla guida i suoi discendenti: Simon, Nick, Tim e Edward Theakston.

Attualmente la Theakston è fra le venti breweries più importanti in UK ed esporta in molti paesi, fra i quali l’Italia, dove è presente attraverso BeerGravity di Verona.

La Best Bitter e la Old Peculier hanno vinto la Medaglia d’Argento alla London Beer Competition 2021.

Dal cuore dello Yorkshire, ecco le Ale della Theakston.

Theakston Pale Ale: una Pale Ale prodotta in alta fermentazione, filtrata a freddo, non pastorizzata. Colore dorato chiaro, profumo con note di spezie e agrumi, corpo leggero, sapore delicatamente amaro e aromatico, dato dall’utilizzo dei luppoli Eldorado e Cascade. Gradazione 4,5% vol.

Theakston Old Peculier: una Strong Ale prodotta in alta fermentazione, filtrata a freddo, non pastorizzata. Colore marrone tonaca di frate con riflessi ramati, corpo pieno. Gusto morbido, molto articolato bilanciato fra malto, tostato e dolce bilanciato da due luppoli amari combinati col Fuggle. Profumo: si percepiscono banana e ribes. Gradazione 5,6% vol.

Theakston Light Foot: una Blonde Ale, prodotta in alta fermentazione, non pastorizzata. Colore oro paglierino, corpo leggero. Gusto con note di agrumi e finale secco, profumi fruttati e miele. Gradazione 4,1% alc.

Theakston XB: una Extra Bitter Ale, prodotta in alta fermentazione, non pastorizzata. Colore marrone tonaca di frate. Corposa, gusto fruttato con finale delicatamente amaro. Profumo di Calvados, rabarbaro e mela. Gradazione 4,5% vol.

Theakston Black Bull: una Amber Ale, prodotta in alta fermentazione; viene fatto fermentare tutto lo zucchero per ottenere una birra secca e aromatizzata. Per la sua produzione viene utilizzato il luppolo Bramling Cross. Colore ambrato. Corpo leggero, gusto fruttato con finale secco. Profumo di luppolo e agrumi. Gradazione alcolica 3,9 % vol. Solo alla spina.

Theakston Best Bitter: una Amber Ale che gli inglesi le chiamano “Session Ale” per la sua caratteristica di essere beverina e dissetante. Questa Best Bitter vanta una grande popolarità. Viene prodotta in alta fermentazione. Colore oro leggermente ambrato. Viene brassata utilizzando un mix di luppoli fra i quali il Fuggle e il Bramling Cross, per ottenere un gusto bilanciato fra secco e dolce. Profumo floreale e di luppolo. Corpo leggero, con una gradazione di 3,8% alc. Solo alla spina.

Dammiunabirra.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »