3 Stufati a tutta Birra!

3 Stufati a tutta Birra!

Il termine stufati deriva dal passato, quando le stufe, oltre a scaldare la casa, venivano utilizzate come fornello.

Gli stufati sono piatti gustosissimi che ci permettono di utilizzare tagli di carne “meno pregiata” e, grazie alla cottura lunga e inferiore a 100 gradi, di renderla tenera e insaporirla con i sughi di cui si impregna.

La Birra, in questa tipologia di piatti, si presto molto come “brodo” in cui far macerare la carne durante la cottura e per renderla più gustosa.

Nelle prossime 3 ricette troverete degli stili che ho valutato più adatti rispetto agli stufati proposti, ma vi suggerisco caldamente di sperimentare e provare anche altre tipologie, magari le vostre preferite, e commentare come sono venute le vostre creazioni!

Spezzatino alla Birra

Ingredienti per 4 persone

  • 800 g di carne di manzo per spezzatino
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 cipolle di media grandezza
  • 1 bicchiere di Porter o Stout
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaino di foglioline secche di timo
  • 1 foglia di alloro
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Tagliate la carne in cubi da 3-4 cm di lato.

Mettete l’olio nella casseruola e fatelo scaldare, su fuoco moderato, per 1 minuto scarso.

Mettete nella pentola i cubetti di carne e, mescolando abbastanza spesso, cuocete per 7-10 minuti o finché sono leggermente rosolati in maniera uniforme.

Pelate le cipolle, lavatele e tagliatele in 4 spicchi ognuna.

Stemperate la farina in una tazza con 3-4 cucchiai di acqua fredda.

Quando i cubi di carne sono leggermente rosolati uniformemente, unite la birra, la farina stemperata, le cipolle, il timo, l’aceto, lo zucchero e il sale.

Portate a bollore su fiamma moderata.

Coprite, riducete la fiamma e, mescolando ogni tanto, cuocete a fuoco lento fino a un totale di circa 1 ora 30 minuti o finché, pungendo la carne con la forchetta la sentite tenera.

Se il coperchio chiude bene, può darsi che alla fine della cottura il sugo sia troppo abbondante e dobbiate ridurlo: togliete il coperchio e aumentate leggermente la fiamma.

Se, invece, durante la cottura asciugasse troppo, oltre a diminuire la fiamma, allungatelo con un po’ d’acqua, meglio non usare altra birra, perché la preparazione potrebbe risultare amara.

Alla fine della cottura e fuori dal fuoco potete anche aggiungere al sugo 20-30 grammi di burro: mescolate bene finché è sciolto.

Personalmente quando un sugo è troppo fluido io uso il roux: una noce di burro impastato con uno o due cucchiaini di farina o amido di mais.

Spezzatino di Pollo alla Birra

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kilogrammo di Pollo
  • 8 cipolline piccole
  • ½ litro di Pilsner
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe

Preparazione

Passate i pezzi di pollo, dalla parte con la pelle, su un piccolo fornello per eliminare le piccole penne residue.

Pelate le cipolline.

Riunite pollo, cipolline, birra, sale e pepe in una pentola.

Coprite e cuocete a fuoco lento, senza mescolare, per 35 minuti circa o finché, pungendo a fondo una coscia nel punto di maggior spessore un coltello, la sentite tenera.

Alla fine della cottura le cipolline saranno quasi sfatte e la birra dovrà essere quasi consumata.

Se la birra non fosse abbastanza consumata, togliete il coperchio e aumentate leggermente la fiamma.

Se, al contrario, la birra si asciugasse troppo in fretta, aggiungete un po’ d’acqua, non altra birra o la preparazione potrebbe riuscire amara.

Personalmente quando un sugo è troppo fluido io uso il roux: una noce di burro impastato con uno o due cucchiaini di farina o amido di mais.

Brasato alla Birra

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio
  • 1 kg di carne di manzo per brasati
  • 1 cipolla grossa
  • 1 bicchiere di Dunkel Bock
  • 1 foglia di alloro
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Scaldate l’olio nella pentola, su fiamma moderata, per 1 minuto scarso.

Adagiatevi la carne e cuocetela a fuoco moderato, girandola spesso perché rosoli in modo uniforme, per 15 minuti circa.

Intanto pelate la cipolla, lavatela, tagliatela a metà per il senso dell’altezza e poi a fette non troppo sottili, 3/4 mm di spessore.

Quando la carne rosola da 15 minuti, unite la cipolla, la birra, l’alloro e il sale.

Coprite, riducete la fiamma e cuocete a fuoco basso per circa 3 ore o finché, pungendo la carne con un coltello, la sentite ben tenera.

Durante la cottura giratela, basta una volta dopo un’ora circa, e mescolate qualche volta il sugo.

Se il fuoco è dolce e il coperchio chiude perfettamente, il sugo verso la fine della cottura potrà essere troppo abbondante: dovete farlo ridurre togliendo il coperchio e aumentando leggermente la fiamma.

Se, al contrario, asciugasse troppo durante la cottura, oltre a diminuire la fiamma, allungatelo con un po’ d’acqua o brodo, non altra birra ola preparazione potrebbe risultare troppo amara.

Personalmente quando un sugo è troppo fluido io uso il roux: una noce di burro impastato con uno o due cucchiaini di farina o amido di mais.

Fonte: Il Grande Libro della Cucina d’Oggi di Elena Spagnol

Vi sono piaciuti i nostri stufati? Allora commentate con le foto dei vostri piatti e continuate a seguirci per altre ricette! Dammi una birra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »