Birra in futuro, sarà sgradevole?

Birra in futuro, sarà sgradevole?

Questo è ciò che New Belgium Brewing, un birrificio USA, ha voluto anticipare ai propri consumatori, con la produzione della Torched Earth Ale (Terra bruciata), una birra prodotta con acqua contaminata dal fumo, tarassaco e usando cereali resistenti alla siccità.

Birra: in futuro il suo gusto sarà sgradevole, se non si interverrà sull’ambiente.

La birra Torched Earth è stata presentata con una veste grafica dove è rappresentata una bicicletta rossa, simbolo iconico dell’azienda birraria, con le gomme che si sciolgono e ambientata in un paesaggio devastato.

La birra è prodotta dalla New Belgium Brewing
La New Belgium Brewing di Fort Collins, Colorado,. E’ stata fondata nel 1988 da due giovani al ritorno da un viaggio in bicicletta attraverso il Belgio..

Il nome del birrificio New Belgium Brewing e il simbolo della bicicletta che appare come simbolo della birreria sono strettamente legati alla nascita dell’azienda che è stata fondata nel 1988, al ritorno da un viaggio attraverso il Belgio effettuato in bicicletta da due giovani amici Kim Jordan e Jeff Lebesch.

I due giovani giovani amici, nel corso del viaggio, avevano scoperto delle birre a loro sconosciute e entusiasti dell’esperienza, avevano deciso di portarsi a casa il gusto e gli aromi delle specialità belghe.

Ma non si limitarono ad acquistare qualche bottiglia ma aprirono una Craft Breweries a Fort Collins, in Colorado.

Così nacque la New Belgium Brewing.

Secondo il birrificio, la Torched Earth Ale è molto più di una birra scadente, è un vero e proprio avvertimento sensoriale che mostra in maniera immediata come il cambiamento climatico potrebbe devastare gli ingredienti e le condizioni necessarie per fare una buona birra.

“La Torched Earth è una nuova birra per un futuro che speriamo non esista” così l’ha presentata il birrificio.

La birra così prodotta, ricreando le condizioni nelle quali ci verremo a trovare se non si interviene presto per la salvaguardia dell’ambente, mette in evidenza la posta in gioco del cambiamento climatico per gli amanti della birra in tutto il mondo.

Nel Mondo ci sono migliaia di birrifici, grandi e piccoli che sono nel mirino del cambiamento climatico e la coltivazioni di ingredienti fondamentali, come l’orzo e il luppolo, saranno costrette a spostarsi verso nuove aree, a causa del clima che cambia.

Le precipitazioni estreme, le inondazioni e la siccità potrebbero anche provocare perdite di colture, aumentando di conseguenza il prezzo di produzione.

Inoltre, tutti i tipi di ingredienti sarebbero contaminati dal fumo di incendi, che negli USA, ma non solo, sono rapidamente diventati più caldi e pericolosi negli ultimi anni.

La New Belgium Brewing, che nel 2019 è stato acquisita dal gruppo giapponese Kirin Holdings, ha lanciato la campagna “Last Call for Climate”, chiedendo ai bevitori di birra di esigere che i produttori delle loro birre preferite adottino piani climatici concreti.

la campagna di sensibilizzazione sull'ambiente

L’azienda, da parte sua, si è impegnata a raggiungere emissioni nette pari a zero, in tutta l’azienda, entro il 2030.

La Torched Earth Ale è stata prodotta in Edizione Limitata ed è stata messa in vendita nella loro Tap Room oltre a essere distribuita a siti selezionati per la vendita online.

Malgrado l’avvertenza che la Torched Earth Ale aveva un gusto sgradevole molti bevitori di birra hanno voluto assaggiarla.

Le vendite non sono state l’obiettivo della produzione di questa “speciale edizione” ma la volontà di coinvolgere gli appassionati della birra sul tema dei problemi ambientali.

Dopo aver provato la Torched Earth Ale saranno diventati più consapevoli degli effetti negativi del cambiamento climatico?

La provocazione avrà qualche effetto ?

Nota: il 70% delle 500 compagnie elencate da Fortune non hanno un piano relativo ai cambiamenti climatici da qui al 2030.

www.dammiunabirra.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »